Chiara De Servi, le mie ispirazioni

LE MIE ISPIRAZIONI

Sono profondamente grata a tutti gli esseri che hanno incrociato il mio cammino, incluso tu che stai leggendo ora: siamo interconnessi, l’aria che stai respirando ora è l’aria che ho respirato anch’io.

Gli insegnamenti che ho ricevuto e continuo a ricevere sono frutto di questo scambio, simboleggiato dal nodo infinito che ho scelto come simbolo per la mia attività.

Per gli insegnamenti e le ispirazioni che ho ricevuto, ringrazio:

Thich Nhat Hanh, che ho incontrato nel momento più buio del mio burn out. La sua voce, come un balsamo di compassione, ha fatto sciogliere in lacrime il mio dolore.

Caroline Heidler, esploratrice del deserto che per prima mi ha fatto cogliere la fondamentale importanza dell’ascolto di sé e della bellezza nel qui e ora.

Anna Reposi per avermi introdotta più volte con grazia e gentilezza nella mia Costellazione Familiare.

Tutti i docenti della scuola di Mindfulness Counseling: Paolo Testa, Nanni Deambrogio, Manuel Katz, Massimo Gusmano, Francesca Del Cima, Vincenzo Tallarico.

Lila, il mio sangha di Pomaia, sostegno continuo.

Lorena Pajalunga, con cui ho potuto tornare a esplorare la gioia e la creatività della mia bambina interiore, attraverso la formazione di insegnante di yoga per bambini.

Germana Ponte, insegnante di Focusing di grande esperienza e saggezza.

Mascia Capponi, la mia compagna di Focusing che mi accompagna nell’esplorazione quotidiana di me, e che mi rispecchia.

Marco Coccioli, Mindfulness counselor da cui ho imparato precisione e metodo.

Pratibha che mi ha fatto scoprire con il Voicing la possibilità di cantare liberamente le mie emozioni, anche quelle di cui avevo più paura.

Chogyal Namkhai Norbu per la potenza dei suoi insegnamenti buddisti tibetani Dzogchen; il ritiro di Shitro con lui a Merigar è stato un momento dove molti semi sono stati piantati dentro di me.

Lama Ciampa Monlam, per i suoi amorevoli insegnamenti sulla preziosa rinascita umana.

Tara Brach per ispirarmi incredibilmente ogni giorno con la sua personale fusione di Dharma, psicologia occidentale e Focusing.

Patrick Torre per avermi fatto capire cosa significa cantare un mantra in consapevolezza, fare un saluto al sole con devozione, percepire l’energia sottile – e per avermi aiutata a liberare le densità del secondo chakra.

Charley Morley, per avermi fatto iniziare a tenere un diario di sogni, e a lavorare con le maschere. Grazie a lui ho compreso l’importanza di essere consapevoli anche di notte (metà della nostra vita!). Grande modello di maschile sano.

Shashi Solluna per avermi insegnato con compassione e gioia la via spirituale del Tantra nella relazione affettiva.

Ayya Viranani per condividere la meditazione di Metta come pratica di grande purificazione di tutto ciò che non è gentilezza amorevole.

Barbara Zerbini e Luca Compare, per avermi trasmesso l’importanza dei detox e per il esempio di equilibrio tra Shiva e Shakti in relazione.

Surya Marialaura Bonfanti per la sua potenza femminile, e il suo invito a camminare nella mia bellezza.

Jati Yoga School e le maestre Leyla and Padmavati – è qui che ho finalmente compreso il lavoro di purificazione e di elevazione dello yoga.

Salvatore Oceano per essere uno specchio di maschile consapevole, che unisce in sé assertività e accoglienza.

Eyal Matsial per il suo coaching generoso con cui ho compreso la relazione tra l’energia vitale della sessualità e dell’accomplishment attraverso il lavoro.

Jamie Catto e Ruby May per il profondo lavoro sull’ombra che mi ha portato ad accogliere una parte di me che non era stata ancora onorata.

Lama Tsultrim Allione guida spirituale, donna, madre, esempio di fierce compassion, porta per le pratiche del buddismo Vajrayana che incarnano la possibilità di trasformazione delle emozioni afflittive in saggezza.

Le mie sorelle di cammino Barbara e Francesca.

Tutti i miei sangha passati, presenti e futuri.